Ultime News

Cresce l’import dairy in Cina, ma il ritmo è più lento

Dopo le tensioni sui dazi sull’asse Washington-Pechino, la Cina ha sospeso le comunicazioni ufficiali sui dati relativi alle importazioni di prodotti lattiero caseari. Incrociando i dati dei paesi esportatori, siamo comunque in grado di indicare un trend positivo delle importazioni cinesi. Il primo semestre 2018 segna un incremento delle esportazioni mondiali in Cina del 3,8% su base tendenziale, con UE e USA che aumentano rispettivamente dell’1,1% e del 17,7% l’export, mentre la Nuova Zelanda perde terreno (-6,4%). L’Unione Europea vede avvicinarsi il traguardo delle 500mila tonnellate esportate nel primo semestre 2018, con buone performance del latte per l’infanzia (+30,4%), che con quasi 138mila tonnellate supera il latte confezionato e diventa la prima voce dell’export comunitario verso la Cina. Rallentano invece le esportazioni dell’UE-28 di Siero (-1,6%), SMP – polvere di

Cresce l’import dairy in Cina, ma il ritmo è più lento

Dopo le tensioni sui dazi sull’asse Washington-Pechino, la Cina ha sospeso le comunicazioni ufficiali sui dati relativi alle importazioni di prodotti lattiero caseari. Incrociando i dati dei paesi esportatori, siamo comunque in grado di indicare un trend positivo delle importazioni cinesi. Il primo semestre 2018 segna un incremento delle esportazioni mondiali in Cina del 3,8% su base tendenziale, con UE e USA che aumentano rispettivamente dell’1,1% e del 17,7% l’export, mentre la Nuova Zelanda perde terreno (-6,4%). L’Unione Europea vede avvicinarsi il traguardo delle 500mila tonnellate esportate nel primo semestre 2018, con buone performance del latte per l’infanzia (+30,4%), che con quasi 138mila tonnellate supera il latte confezionato e diventa la prima voce dell’export comunitario verso la Cina. Rallentano invece le esportazioni dell’UE-28 di Siero (-1,6%), SMP – polvere di

India, incentivato l’export di SMP ma i prezzi restano bassi

Dal 2013 la produzione di latte indiana cresce mediamente del 5,9% all’anno e si prevede che nel 2019 arrivi al

Migliora il mercato lattiero-caseario in Argentina [News Sud America n°15/2018]

Periodo: 23 Luglio – 3 Agosto 2018 La produzione di latte in Sud America è stata incostante, principalmente per effetto

Export WMP e SMP in flessione a Maggio e Giugno [News Oceania n°16/2018]

Periodo: 23 Luglio – 3 Agosto 2018 L’Australia è all’inizio dell’attività produttiva e commerciale della nuova stagione lattiero-casearia. La stagione

Export WMP e SMP in flessione a Maggio e Giugno [News Oceania n°16/2018]

Periodo: 23 Luglio – 3 Agosto 2018 L’Australia è all’inizio dell’attività produttiva e commerciale della nuova stagione lattiero-casearia. La stagione

India, incentivato l’export di SMP ma i prezzi restano bassi

Dal 2013 la produzione di latte indiana cresce mediamente del 5,9% all’anno e si prevede che nel 2019 arrivi al

Migliora il mercato lattiero-caseario in Argentina [News Sud America n°15/2018]

Periodo: 23 Luglio – 3 Agosto 2018 La produzione di latte in Sud America è stata incostante, principalmente per effetto

Export WMP e SMP in flessione a Maggio e Giugno [News Oceania n°16/2018]

Periodo: 23 Luglio – 3 Agosto 2018 L’Australia è all’inizio dell’attività produttiva e commerciale della nuova stagione lattiero-casearia. La stagione

coordinatore

Leo Bertozzi

Agronomo, esperto nella gestione delle produzioni agroalimentari di qualità e nella cultura lattiero-casearia.

Team di CLAL.it

Il team CLAL.it è composto da giovani che, con l'ausilio dell'Informatica, studiano i fenomeni del mercato lattiero-caseario e sviluppano strumenti per offrire agli Operatori del settore una visione complessiva e in tempo reale dell'andamento dei mercati nazionali e internazionali.

 
coordinatore

Leo Bertozzi

Agronomo, esperto nella gestione delle produzioni agroalimentari di qualità e nella cultura lattiero-casearia.

Team di CLAL.it

Il team CLAL.it è composto da giovani che, con l'ausilio dell'Informatica, studiano i fenomeni del mercato lattiero-caseario e sviluppano strumenti per offrire agli Operatori del settore una visione complessiva e in tempo reale dell'andamento dei mercati nazionali e internazionali.

coordinatore

Leo Bertozzi

Agronomo, esperto nella gestione delle produzioni agroalimentari di qualità e nella cultura lattiero-casearia.

Team di CLAL.it

Il team CLAL.it è composto da giovani che, con l'ausilio dell'Informatica, studiano i fenomeni del mercato lattiero-caseario e sviluppano strumenti per offrire agli Operatori del settore una visione complessiva e in tempo reale dell'andamento dei mercati nazionali e internazionali.

Il Grafico

Bene l’export di Formaggi Italiani nel primo trimestre 2018

CLAL.it -  Italia: Import/Export di Formaggi e Latticini (Milioni di  euro)Le esportazioni di prodotti lattiero caseari “made in Italy” fra Gennaio e Marzo di quest’anno si muovono in controtendenza rispetto all’Unione Europea. Se, infatti, il trend comunitario ha visto nei primi tre mesi del 2018 un incremento dell’export in quantità (+2,5% su base tendenziale) e una flessione in valore (-0,9%), il settore dairy tricolore evidenzia un andamento diametralmente opposto, con una diminuzione dei quantitativi commercializzati all’estero (-5,6%), ma con una buona prestazione in valore, che addirittura cresce del 4,9% su

Più Lette
nell'ultimo mese

Il grasso del latte, questo sconosciuto

È idea comune ritenere che il consumo di latte e formaggi possa avere effetti negativi sull’apparato cardio-circolatorio. Ora però una ricerca della Università del Texas pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition smentisce questo timore affermando che, anzi, alcuni tipi di grassi del latte possono essere utili per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Lo studio è stato condotto su tremila persone adulte, durante un periodo di 22 anni ed è stato osservato che le persone che si alimentavano con abbondanti quantità di latte intero e derivati, avevano il 42% in meno di probabilità di morire per un attacco di cuore. Le raccomandazioni nutrizionali per la popolazione americana raccomandano di utilizzare latte e prodotti lattiero caseari (formaggi e yogurt), ma anche bevande di soia, scremati o parzialmente scremati. Spesso però gli alimenti a basso tenore di grasso sono arricchiti con elevate quantità di zuccheri, con effetti negativi sul metabolismo. Tale ricerca evidenzia la necessità di rivedere tali raccomandazioni nutrizionali in merito a latte e prodotti a latte intero, che sono ricchi di nutrienti preziosi come calcio e potassio. Questi sono elementi essenziali per la salute durante tutta la vita ma in modo particolare per gli anziani in cui sono frequenti situazioni

Private label in continua crescita in Europa

In genere, i prodotti a marchio erano collocati ad un livello superiore rispetto a quelli con private label. La situazione è però rapidamente cambiata ed ora è sempre più difficile avere differenze percepibili fra tali due categorie. Secondo le rilevazioni Nielsen, lo scorso anno il mercato delle private label in Europa è cresciuto su 12 dei 19 paesi monitorati, collocandosi in 17 paesi ad una quota del 30% o superiore, col record della Germania dove tale mercato arriva per la

Il grasso del latte, questo sconosciuto

È idea comune ritenere che il consumo di latte e formaggi possa avere effetti negativi sull’apparato cardio-circolatorio. Ora però una ricerca della Università del Texas pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition smentisce questo timore affermando che, anzi, alcuni tipi di grassi del latte possono essere utili per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Lo studio è stato condotto su tremila persone adulte, durante un periodo di 22 anni ed è stato osservato che le persone che si alimentavano con abbondanti quantità di latte intero e derivati, avevano il 42% in meno di probabilità di morire per un attacco di cuore. Le raccomandazioni nutrizionali per la popolazione americana raccomandano di utilizzare latte e prodotti lattiero caseari (formaggi e yogurt), ma anche bevande di soia, scremati o parzialmente scremati. Spesso però gli alimenti a basso tenore di grasso sono arricchiti con elevate quantità di zuccheri, con effetti negativi sul metabolismo. Tale ricerca evidenzia la necessità di rivedere tali raccomandazioni nutrizionali in merito a latte e prodotti a latte intero, che sono ricchi di nutrienti preziosi come calcio e potassio. Questi sono elementi essenziali per la salute durante tutta la vita ma in modo particolare per gli anziani in cui sono frequenti situazioni

Private label in continua crescita in Europa

In genere, i prodotti a marchio erano collocati ad un livello superiore rispetto a quelli con private label. La situazione è però rapidamente cambiata ed ora è sempre più difficile avere differenze percepibili fra tali due categorie. Secondo le rilevazioni Nielsen, lo scorso anno il mercato delle private label in Europa è cresciuto su 12 dei 19 paesi monitorati, collocandosi in 17 paesi ad una quota del 30% o superiore, col record della Germania dove tale mercato arriva per la

Il grasso del latte, questo sconosciuto

È idea comune ritenere che il consumo di latte e formaggi possa avere effetti negativi sull’apparato cardio-circolatorio. Ora però una ricerca della Università del Texas pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition smentisce questo timore affermando che, anzi, alcuni tipi di grassi del latte possono essere utili per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Lo studio è stato condotto su tremila persone adulte, durante un periodo di 22 anni ed è stato osservato che le persone che si alimentavano con abbondanti quantità di latte intero e derivati, avevano il 42% in meno di probabilità di morire per un attacco di cuore. Le raccomandazioni nutrizionali per la popolazione americana raccomandano di utilizzare latte e prodotti lattiero caseari (formaggi e yogurt), ma anche bevande di soia, scremati o parzialmente scremati. Spesso però gli alimenti a basso tenore di grasso sono arricchiti con elevate quantità di zuccheri, con effetti negativi sul metabolismo. Tale ricerca evidenzia la necessità di rivedere tali raccomandazioni nutrizionali in merito a latte e prodotti a latte intero, che sono ricchi di nutrienti preziosi come calcio e potassio. Questi sono elementi essenziali per la salute durante tutta la vita ma in modo particolare per gli anziani in cui sono frequenti situazioni

Private label in continua crescita in Europa

In genere, i prodotti a marchio erano collocati ad un livello superiore rispetto a quelli con private label. La situazione è però rapidamente cambiata ed ora è sempre più difficile avere differenze percepibili fra tali due categorie. Secondo le rilevazioni Nielsen, lo scorso anno il mercato delle private label in Europa è cresciuto su 12 dei 19 paesi monitorati, collocandosi in 17 paesi ad una quota del 30% o superiore, col record della Germania dove tale mercato arriva per la

Il deficit della produzione agricola in Asia rispetto alla domanda alimentare

Anche se il crescente reddito nei paesi asiatici stimola la domanda alimentare di alta qualità, specialmente in Cina, la produzione agricola non riesce a soddisfarla a causa della scarsità di terre arabili e della bassa produttività. Dunque, il continente asiatico deve importare una grande quantità degli alimenti che consuma, nonostante sia il massimo produttore mondiale di riso ed il 75% degli agricoltori si trovi in Asia. Resta però il fatto che, mentre ogni americano dispone di cinque ettari, un asiatico

Il deficit della produzione agricola in Asia rispetto alla domanda alimentare

Anche se il crescente reddito nei paesi asiatici stimola la domanda alimentare di alta qualità, specialmente in Cina, la produzione agricola non riesce a soddisfarla a causa della scarsità di terre arabili e della bassa produttività. Dunque, il continente asiatico deve importare una grande quantità degli alimenti che consuma, nonostante sia il massimo produttore mondiale di riso ed il 75% degli agricoltori si trovi in Asia. Resta però il fatto che, mentre ogni americano dispone di cinque ettari, un asiatico