I “punti caldi” del 2017 per il mercato alimentare

La geopolitica, in cui rientrano Brexit ed effetto Trump, rappresenta un fattore considerevole per dare stabilità od incertezza al mercato.

La prospettiva dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea si colloca nell’incertezza: quali i tempi ed i modi di tale uscita? Ma soprattutto, come cambieranno i regolamenti, i sussidi, l’esportazione verso i restanti paesi UE e le modalità di importazione dagli stessi? Quali le priorità nella revisione della PAC?

Queste incertezze, unitamente alle variabili della forza lavoro ed origine delle materie prime, soprattutto latte e carne, riguarderanno in modo particolare il settore food and drink, che ha il peso maggiore nell’interscambio produttivo fra le due realtà che si stanno separando. Le prossime elezioni in Olanda, Francia e Germania non fanno poi che ampliare tale stato di incertezza.

L’incertezza è la prospettiva anche negli USA, dove la retromarcia sul TTP è significativa del diverso approccio in merito alla globalizzazione, che riguarda anche il settore food.

Altro cambiamento riguarderà la diversa considerazione sui temi di sostenibilità ambientale, che coinvolgono tutta la filiera produttiva ed in particolare la riduzione nelle emissioni di carbonio. Diverse aziende, fra cui Unilever e Danone, erano fortemente orientate ad investire in tal senso, come conseguenza degli impegni presi nella conferenza COP 21 sui cambiamenti climatici. La annunciata stretta sull’immigrazione si farà sentire invece principalmente sull’attività agricola, che dipende molto dalla forza lavoro di origine straniera. Una mancanza di manodopera nelle campagne potrebbe compromettere le produzioni, l’economia delle aziende, ma anche l’export.

Sono diversi dunque i “punti caldi” da tenere monitorati in questo 2017. Se si considera poi anche la crescente importanza dei fattori climatici sulle produzioni, appare chiara la necessità di rispondere con dei “punti fermi”, prestando maggiore considerazione alle misure di politica agraria.

 Fonte: Just-Food

TwitterLinkedInFacebook... condividi
Leo Bertozzi
Informazioni su

Agronomo, esperto nella gestione delle produzioni agroalimentari di qualità e nella cultura lattiero-casearia.

Pubblicato in Alimentazione, Ambiente, Sostenibilità, Strategie di Impresa, USA

Lascia un Commento