Ultime News

Dalla Cina tutto tace, mentre l’import lattiero caseario aumenta

Di sicuro c’è solo che le importazioni cinesi di prodotti lattiero caseari sono in aumento. Gli aggiornamenti delle importazioni da fonti ufficiali cinesi non sono ancora arrivati. I dati ufficiali dell’import si fermano al primo trimestre di quest’anno e segnano un aumento del 15,3% su base tendenziale, con aumenti interessanti per il Latte Sfuso e Confezionato, la Polvere di Latte Intero (WMP), il Siero, la Polvere di Latte Scremato (SMP) e il Latte per l’infanzia. Complessivamente, l’import cinese ha superato le 750.000 tonnellate fra Gennaio e Marzo del 2018. Sulla base dei dati forniti dai paesi esportatori, CLAL ha comunque elaborato i volumi esportati verso la Cina fino ad Aprile, ampliando l’analisi ai primi quattro mesi dell’anno. Le elaborazioni di CLAL dicono che nel primo quadrimestre del 2018 si conferma

Dalla Cina tutto tace, mentre l’import lattiero caseario aumenta

Di sicuro c’è solo che le importazioni cinesi di prodotti lattiero caseari sono in aumento. Gli aggiornamenti delle importazioni da fonti ufficiali cinesi non sono ancora arrivati. I dati ufficiali dell’import si fermano al primo trimestre di quest’anno e segnano un aumento del 15,3% su base tendenziale, con aumenti interessanti per il Latte Sfuso e Confezionato, la Polvere di Latte Intero (WMP), il Siero, la Polvere di Latte Scremato (SMP) e il Latte per l’infanzia. Complessivamente, l’import cinese ha superato le 750.000 tonnellate fra Gennaio e Marzo del 2018. Sulla base dei dati forniti dai paesi esportatori, CLAL ha comunque elaborato i volumi esportati verso la Cina fino ad Aprile, ampliando l’analisi ai primi quattro mesi dell’anno. Le elaborazioni di CLAL dicono che nel primo quadrimestre del 2018 si conferma

Egitto: la strategia del lattiero-caseario al 2030

Il latte è ritenuto un alimento necessario da parte di tutti i settori della popolazione egiziana. Nonostante l’instabilità economica del

Temperature e prezzo del latte stimolano gli allevatori argentini a produrre di più [News Sud America n°11/2018]

Periodo: 14 Maggio – 8 Giugno 2018 Le temperature sono diminuite in Argentina, migliorando il benessere della mandria da latte,

Vola l’export di polveri di latte per Nuova Zelanda e Australia [News Oceania n°12/2018]

Periodo: 28 Maggio – 8 Giugno 2018 La produzione di latte in Australia è stagionalmente bassa, offrendo l’opportunità di effettuare

Vola l’export di polveri di latte per Nuova Zelanda e Australia [News Oceania n°12/2018]

Periodo: 28 Maggio – 8 Giugno 2018 La produzione di latte in Australia è stagionalmente bassa, offrendo l’opportunità di effettuare

Egitto: la strategia del lattiero-caseario al 2030

Il latte è ritenuto un alimento necessario da parte di tutti i settori della popolazione egiziana. Nonostante l’instabilità economica del

Temperature e prezzo del latte stimolano gli allevatori argentini a produrre di più [News Sud America n°11/2018]

Periodo: 14 Maggio – 8 Giugno 2018 Le temperature sono diminuite in Argentina, migliorando il benessere della mandria da latte,

Vola l’export di polveri di latte per Nuova Zelanda e Australia [News Oceania n°12/2018]

Periodo: 28 Maggio – 8 Giugno 2018 La produzione di latte in Australia è stagionalmente bassa, offrendo l’opportunità di effettuare

coordinatore

Leo Bertozzi

Agronomo, esperto nella gestione delle produzioni agroalimentari di qualità e nella cultura lattiero-casearia.

Team di CLAL.it

Il team CLAL.it è composto da giovani che, con l'ausilio dell'Informatica, studiano i fenomeni del mercato lattiero-caseario e sviluppano strumenti per offrire agli Operatori del settore una visione complessiva e in tempo reale dell'andamento dei mercati nazionali e internazionali.

 
coordinatore

Leo Bertozzi

Agronomo, esperto nella gestione delle produzioni agroalimentari di qualità e nella cultura lattiero-casearia.

Team di CLAL.it

Il team CLAL.it è composto da giovani che, con l'ausilio dell'Informatica, studiano i fenomeni del mercato lattiero-caseario e sviluppano strumenti per offrire agli Operatori del settore una visione complessiva e in tempo reale dell'andamento dei mercati nazionali e internazionali.

coordinatore

Leo Bertozzi

Agronomo, esperto nella gestione delle produzioni agroalimentari di qualità e nella cultura lattiero-casearia.

Team di CLAL.it

Il team CLAL.it è composto da giovani che, con l'ausilio dell'Informatica, studiano i fenomeni del mercato lattiero-caseario e sviluppano strumenti per offrire agli Operatori del settore una visione complessiva e in tempo reale dell'andamento dei mercati nazionali e internazionali.

Il Grafico

Bene l’export di Formaggi Italiani nel primo trimestre 2018

CLAL.it -  Italia: Import/Export di Formaggi e Latticini (Milioni di  euro)Le esportazioni di prodotti lattiero caseari “made in Italy” fra Gennaio e Marzo di quest’anno si muovono in controtendenza rispetto all’Unione Europea. Se, infatti, il trend comunitario ha visto nei primi tre mesi del 2018 un incremento dell’export in quantità (+2,5% su base tendenziale) e una flessione in valore (-0,9%), il settore dairy tricolore evidenzia un andamento diametralmente opposto, con una diminuzione dei quantitativi commercializzati all’estero (-5,6%), ma con una buona prestazione in valore, che addirittura cresce del 4,9% su

Più Lette
nell'ultimo mese

Fonterra aumenta il prezzo del latte [News Oceania n°11/2018]

Periodo: 14 – 25 Maggio 2018 La produzione di latte in Australia in Aprile 2018 è stata superiore del +4.5% rispetto ad Aprile 2017, determinando un aumento complessivo della stagione Luglio 2017-Aprile 2018 del 3.5%. Da uno studio sulle performance del settore lattiero-caseario australiano, condotto da ACCC, la Commissione Australiana dei Consumatori e della Concorrenza, sono emersi squilibri a vari livelli della catena di distribuzione, in particolare asimmetria informativa e squilibri del potere di negoziazione. Alla luce di questo, ACCC ha consigliato al governo australiano l’introduzione di un codice di condotta obbligatorio per le aziende di trasformazione. In Nuova Zelanda le condizioni agricole sono migliorate e la produzione di Aprile ha segnato +2.9%. La variazione della stagione Giugno 2017-Aprile 2018 è del -0.1% rispetto alla stagione precedente. Fonterra ha aumentato di 0,20 NZD per kg d Milk Solids (kgMS) la stima del payout del latte alla stalla per la stagione 2017-18, a 6,75 NZD/kgMS equivalenti a circa 4,01 €/kgMS. Rapportato a latte, il prezzo è: 29,67 €/100 kg di latte al 4,0% di grasso e 3,4% di proteine peso/peso (rif. Germania), 27,87 €/100 litri di latte al 3,7% di grasso e 3,25% di proteine peso/volume (rif. Lombardia) (cambio attuale preso

Il monito dalle bevande alternative al latte

Mentre i consumi di latte liquido sono in continuo calo, aumentano invece, in modo a dir poco imprevedibile fino a poco fa, i consumi delle bevande alternative. Le ragioni? Un mix di preferenza per i prodotti vegetali, rispetto degli animali, ambientalismo, salutismo, il tutto alimentato più da notizie dei social che non da evidenze scientifiche; più dalla percezione che non dalla dimostrazione, per cui si dà più credito al sentito dire rispetto all’evidenza scientifica. Non a caso la fascia maggiore

Fonterra aumenta il prezzo del latte [News Oceania n°11/2018]

Periodo: 14 – 25 Maggio 2018 La produzione di latte in Australia in Aprile 2018 è stata superiore del +4.5% rispetto ad Aprile 2017, determinando un aumento complessivo della stagione Luglio 2017-Aprile 2018 del 3.5%. Da uno studio sulle performance del settore lattiero-caseario australiano, condotto da ACCC, la Commissione Australiana dei Consumatori e della Concorrenza, sono emersi squilibri a vari livelli della catena di distribuzione, in particolare asimmetria informativa e squilibri del potere di negoziazione. Alla luce di questo, ACCC ha consigliato al governo australiano l’introduzione di un codice di condotta obbligatorio per le aziende di trasformazione. In Nuova Zelanda le condizioni agricole sono migliorate e la produzione di Aprile ha segnato +2.9%. La variazione della stagione Giugno 2017-Aprile 2018 è del -0.1% rispetto alla stagione precedente. Fonterra ha aumentato di 0,20 NZD per kg d Milk Solids (kgMS) la stima del payout del latte alla stalla per la stagione 2017-18, a 6,75 NZD/kgMS equivalenti a circa 4,01 €/kgMS. Rapportato a latte, il prezzo è: 29,67 €/100 kg di latte al 4,0% di grasso e 3,4% di proteine peso/peso (rif. Germania), 27,87 €/100 litri di latte al 3,7% di grasso e 3,25% di proteine peso/volume (rif. Lombardia) (cambio attuale preso

Il monito dalle bevande alternative al latte

Mentre i consumi di latte liquido sono in continuo calo, aumentano invece, in modo a dir poco imprevedibile fino a poco fa, i consumi delle bevande alternative. Le ragioni? Un mix di preferenza per i prodotti vegetali, rispetto degli animali, ambientalismo, salutismo, il tutto alimentato più da notizie dei social che non da evidenze scientifiche; più dalla percezione che non dalla dimostrazione, per cui si dà più credito al sentito dire rispetto all’evidenza scientifica. Non a caso la fascia maggiore

Fonterra aumenta il prezzo del latte [News Oceania n°11/2018]

Periodo: 14 – 25 Maggio 2018 La produzione di latte in Australia in Aprile 2018 è stata superiore del +4.5% rispetto ad Aprile 2017, determinando un aumento complessivo della stagione Luglio 2017-Aprile 2018 del 3.5%. Da uno studio sulle performance del settore lattiero-caseario australiano, condotto da ACCC, la Commissione Australiana dei Consumatori e della Concorrenza, sono emersi squilibri a vari livelli della catena di distribuzione, in particolare asimmetria informativa e squilibri del potere di negoziazione. Alla luce di questo, ACCC ha consigliato al governo australiano l’introduzione di un codice di condotta obbligatorio per le aziende di trasformazione. In Nuova Zelanda le condizioni agricole sono migliorate e la produzione di Aprile ha segnato +2.9%. La variazione della stagione Giugno 2017-Aprile 2018 è del -0.1% rispetto alla stagione precedente. Fonterra ha aumentato di 0,20 NZD per kg d Milk Solids (kgMS) la stima del payout del latte alla stalla per la stagione 2017-18, a 6,75 NZD/kgMS equivalenti a circa 4,01 €/kgMS. Rapportato a latte, il prezzo è: 29,67 €/100 kg di latte al 4,0% di grasso e 3,4% di proteine peso/peso (rif. Germania), 27,87 €/100 litri di latte al 3,7% di grasso e 3,25% di proteine peso/volume (rif. Lombardia) (cambio attuale preso

Il monito dalle bevande alternative al latte

Mentre i consumi di latte liquido sono in continuo calo, aumentano invece, in modo a dir poco imprevedibile fino a poco fa, i consumi delle bevande alternative. Le ragioni? Un mix di preferenza per i prodotti vegetali, rispetto degli animali, ambientalismo, salutismo, il tutto alimentato più da notizie dei social che non da evidenze scientifiche; più dalla percezione che non dalla dimostrazione, per cui si dà più credito al sentito dire rispetto all’evidenza scientifica. Non a caso la fascia maggiore

La sostenibilità paga?

Il tema della sostenibilità sta diventando l’elemento chiave dell’offerta produttiva e può portare valore aggiunto alle imprese. Innanzitutto si tratta sempre più di un motivo per la scelta d’acquisto, che si abbina al concetto di benessere, con un parallelismo tra quello dell’ambiente e quello della persona. Non per nulla Danone ha lanciato in One Planet. One Health il nuovo riferimento per il marchio. Bisogna però capire in che misura la sensibilità per l’ambiente ed il benessere rappresentano un motivo d’acquisto

La sostenibilità paga?

Il tema della sostenibilità sta diventando l’elemento chiave dell’offerta produttiva e può portare valore aggiunto alle imprese. Innanzitutto si tratta sempre più di un motivo per la scelta d’acquisto, che si abbina al concetto di benessere, con un parallelismo tra quello dell’ambiente e quello della persona. Non per nulla Danone ha lanciato in One Planet. One Health il nuovo riferimento per il marchio. Bisogna però capire in che misura la sensibilità per l’ambiente ed il benessere rappresentano un motivo d’acquisto