Il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto dell’accordo UE-Messico

Il Messico rappresenta il mercato tradizionale per l’export lattiero-caseario USA. Non deve dunque sorprendere se l’annuncio di un accordo con la UE per migliorare le condizioni di accesso al mercato messicano dei prodotti europei suscita forti riserve da parte statunitense, che sta rinegoziando gli accordi NAFTA (North America Free Trade Agreement) con Messico e Canada.

Infatti l’accordo con l’Unione Europea:

  • aggiorna il testo del 2000 che prevedeva un dazio fino al 60% per l’importazione in Messico di formaggi e polveri di latte,
  • ma soprattutto riconosce 340 prodotti ad Indicazione Geografica UE,
  • tutela pienamente denominazioni di formaggi quali Parmesan, Feta, Munster
  • e consolida la protezione per DOP quali Asiago, Fontina, Gorgonzola, Neufchatel, il che contrasta con le forti azioni condotte dal Consortium for Common Food Names (CCFN) per affermare la genericità di queste ed altre denominazioni.

74,6% autosufficienza dairy del Messico


L’argomento è talmente cruciale che sono entrati in campo sia Jim Mulhern, presidente e CEO della potente National Milk Producers Federation (NMPF), sia Tom Vilsack, presidente e CEO di USDEC (US Dairy Export Council), per lamentare il fatto che le autorità USA non sono state in grado di opporsi a tale accordo che limita le possibilità di export statunitense di prodotti lattiero caseari verso il Messico. Dato che il paese centroamericano è autosufficiente in latte e derivati per il 75% rendendolo dipendente dalle importazioni, si aprono nuove ed interessanti prospettive per l’export UE.

Il riconoscimento poi del principio di tutela per DOP ed IGP (eloquente per la prima volta in territorio americano quello per il termine Parmesan), non può che accentuare strategie commerciali e geopolitiche fra le due sponde dell’atlantico spesso divergenti.

Di certo il confronto è aperto ed i produttori statunitensi sono determinati a far valere i propri interessi attraverso le forme aggregative che li uniscono a tutti i livelli della filiera produttiva. I produttori dei paesi UE sapranno fare altrettanto?

Fonte: Just Food

CLAL.it - Messico: tasso di auto-sufficienza

CLAL.it – Messico: tasso di auto-sufficienza

CLAL.it - UE-28: Esportazioni lattiero-casearie verso il Messico

CLAL.it – UE-28: Esportazioni lattiero-casearie verso il Messico

 

CLAL.it - USA: Esportazioni lattiero-casearie verso il Messico

CLAL.it – USA: Esportazioni lattiero-casearie verso il Messico

TwitterLinkedInFacebook... condividi
Leo Bertozzi
Informazioni su

Agronomo, esperto nella gestione delle produzioni agroalimentari di qualità e nella cultura lattiero-casearia.

Pubblicato in Senza categoria