News Oceania n°3/2015

Periodo: 26 Gennaio – 6 Febbraio 2015

AUSTRALIA

  • Produzione di latte: leggermente diminuita.
  • Situazione meteo: la siccità che tuttora colpisce molte parti dell’Australia avrà un impatto sulle produzioni di latte ed i raccolti nel 2015.
  • I Produttori di latte: la domanda di fieno è diminuita, poiché i produttori latte utilizzano le colture foraggere estive ed i prati disponibili.

NUOVA ZELANDA

  • Produzione di Latte: la combinazione di siccità e bassi prezzi del latte alla stalla porta ad una diminuzione della produzione. La veloce riduzione delle produzioni ha indotto le cooperative a diminuire le loro previsioni per la stagione in corso.

PRODUZIONI DI LATTE

BURRO (82%): prezzi in aumento; domanda decisamente attiva, soprattutto da Sudest Asiatico e Medio Oriente; la disponibilità è diminuita ma i prezzi non hanno reagito: è possibile che i potenziali acquirenti abbiano scorte sufficienti per il breve termine.

CHEDDAR CHEESE: prezzi invariati; il mercato del cheddar è debole, a causa dell’aumento delle produzioni globali e la competizione dall’emisfero settentrionale; la domanda è stabile ma la produzione è aumentata, ed i buyer possono scegliere il miglior prodotto al miglior prezzo secondo le loro necessità; la remuneratività del Cheddar inizia ad avvicinarsi a quella degli altri prodotti, dunque la produzione potrebbe diminuire a breve.

SMP: prezzi in moderato aumento; rinnovato interesse nell’export; aumenta la competizione dall’emisfero nord; la produzione di SMP potrebbe risentire delle minori produzioni di latte, specialmente in Nuova Zelanda.

WMP: prezzi in aumento; riaccesa la domanda di WMP; la maggior parte delle attuali scorte è già venduta; la produzione e l’export australiano sono stati limitati, poiché il latte è stato destinato per diverse settimane a prodotti più remunerativi; alcuni produttori di WMP hanno notato un accresciuto interesse dalla Cina per la instant WMP, che potrebbe preludere ad un aumento di interesse per la WMP normale.

In Nuova Zelanda le previsioni di una produzione di latte inferiore all’anno scorso e la possibilità di volumi ridotti all’Asta di Fonterra (GDT, Global Dairy Trade) ha acceso l’interesse dei buyer per diversi prodotti lattiero caseari, specialmente la WMP. L’export neozelandese di WMP a Dicembre è stato superiore del 9,5% rispetto a Dicembre 2013.

Note: · Le valutazioni circa l’andamento del mercato sono espresse considerando i prezzi in US$ (dollari americani); · * Annata Agraria: 1 Luglio – 30 Giugno (Australia), 1 Giugno – 31 Maggio (Nuova Zelanda)

Fonte: USDA tradotto e riassunto dal Team di CLAL

Maggiori informazioni sulla produzione di latte in Nuova Zelanda ed in Australia sono disponibili su CLAL.it

CLAL.it - Nuova Zelanda: Export mensili di WMP

CLAL.it – Nuova Zelanda: Export mensili di WMP

TwitterLinkedInFacebook... condividi
CLAL Team
Informazioni su

Il team CLAL.it è composto da giovani che, con l'ausilio dell'Informatica, studiano i fenomeni del mercato lattiero-caseario e sviluppano strumenti per offrire agli Operatori del settore una visione complessiva e in tempo reale dell'andamento dei mercati nazionali e internazionali.

Pubblicato in News Oceania IT, Oceania

Lascia un Commento