Meno latte in Nuova Zelanda [News Oceania n°26/2016]

Periodo: 12 – 23 Dicembre 2016

AUSTRALIA

  • Situazione meteo: il clima caldo e secco nell’Australia del Nord ha migliorato la qualità e la resa del fieno.
  • Produttori di latte: le buone condizioni dei pascoli riducono la necessità di acquistare alimentazione supplementare per le bovine da latte.

NUOVA ZELANDA

  • Produzione di latte: in Novembre è stata inferiore del -4.53% rispetto a Novembre 2015.
  • Situazione meteo: il clima piovoso in Novembre, specialmente nell’Isola Sud, ha avuto effetti negativi sulla produzione di latte.
  • Produttori latte: i risultati dell’ultima asta GDT sono ritenuti sufficientemente buoni da sostenere il prezzo del latte alla stalla previsto dalle principali imprese di trasformazione. Ciò dovrebbe aumentare negli allevatori la fiducia di poter pagare i debiti contratti nel recente periodo di bassi ricavi.

PRODUZIONI DI LATTE

  • Australia* : -10,29% (Lug – Ott 16 vs. Lug – Ott 15)
  • Nuova Zelanda* : -3,03 (Giu – Nov 16 vs. Giu – Nov 15)

BURRO (82%): prezzi invariati. La minor produzione di latte continua a limitare le produzioni di burro. In Australia i buyer della grande distribuzione si sono già assicurati le quantità necessarie per le festività. Attualmente l’export è basato su contratti piuttosto che su vendite spot.

CHEDDAR CHEESE: prezzi massimi in leggera flessione. La domanda è diminuita, mentre molti buyer sono già focalizzati sul primo trimestre del 2017.

SMP: prezzi invariati. I potenziali acquirenti sono molto cauti, anche per via dell’incertezza causata dai magazzini d’intervento UE. I produttori di SMP cercano di non superare l’offerta necessaria a soddisfare le richieste attuali, per minimizzare il rischio finanziario di tenere importanti volumi in magazzino.

WMP: prezzi invariati. La WMP rimane la valorizzazione del latte preferenziale in Oceania. Recentemente si sono registrati rallentamenti nelle esportazioni dalla Nuova Zelanda verso acquirenti in Africa e Medio Oriente, forse a causa di una offerta ridotta. Tuttavia la quantità di WMP offerta all’ultima asta GDT ha superato le aspettative: ciò potrebbe aver sorpreso gli acquirenti.

Il prezzo del latte alla stalla previsto in Nuova Zelanda dovrebbe aumentare negli allevatori la fiducia di poter pagare i debiti contratti nel recente periodo di bassi ricavi.

CLAL.it - Prezzo del latte alla stalla in Nuova Zelanda

CLAL.it – Prezzo del latte alla stalla Nuova Zelanda

Note: · Le valutazioni circa l’andamento del mercato sono espresse considerando i prezzi in dollari USA; · * Annata Agraria: 1 Luglio – 30 Giugno (Australia), 1 Giugno – 31 Maggio (Nuova Zelanda) Fonte: USDA tradotto e riassunto dal Team di CLAL

Maggiori informazioni sulla produzione di latte in Nuova Zelanda ed in Australia sono disponibili su CLAL.it

TwitterLinkedInFacebook... condividi
CLAL Team
Informazioni su

Il team CLAL.it è composto da giovani che, con l'ausilio dell'Informatica, studiano i fenomeni del mercato lattiero-caseario e sviluppano strumenti per offrire agli Operatori del settore una visione complessiva e in tempo reale dell'andamento dei mercati nazionali e internazionali.

Pubblicato in News Oceania IT, Oceania

Lascia un Commento