Archivi del Blog

La Brexit vista dalla Nuova Zelanda

Una crescita produttiva altalenante, lo stallo negli ultimi venti anni degli accordi multilaterali come il World Trade Organisation (WTO/OMC), la mancanza di leadership autorevoli, cioè in pratica la crisi del modello occidentale, sono fattori che hanno determinato la Brexit lo

Pubblicato in Nuova Zelanda, UE, UK

Consegne di latte UE: recupero atteso per la primavera

di Mélanie Richard, Gérard You e Philippe Chotteau, Institut de l’Elevage (France)  I prezzi del latte alla stalla stanno recuperando rapidamente nella maggior parte dei paesi dell’Europa del Nord, più lentamente altrove nella UE. Nel primo semestre del 2017, dovrebbero stimolare la

Pubblicato in Allevamento, Australia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Latte, Nuova Zelanda, Oceania, Olanda, Polonia, UE, UK, USA

Prodotti di marca per far crescere l’export

I prodotti commodity, come ad esempio le polveri per il latte, sono stati il cavallo di battaglia della Nuova Zelanda per imporsi nell’export mondiale. Produrre grandi quantità di materie prime alimentari per i grandi mercati di consumo è stata una

Pubblicato in Australia, Cina, DOP / IGP, Export, Formaggio, Giappone, UE, UK

Brexit e certificazioni bio: cosa cambierà

Brexit e certificazioni bio: cosa succederà? La domanda è legittima ed è una delle mille sfaccettature del referendum sulla uscita del Regno Unito dall’Unione europea. Il Ccpb, il Consorzio per il controllo dei prodotti biologici di Bologna, ha dato la

Pubblicato in Allevamento, Biologico, UE, UK

Brexit: quali conseguenze per il lattiero-caseario?

Il Regno Unito non copre il proprio fabbisogno di latte: il suo tasso di approvvigionamento è dell’88% (anno 2015). L’import di Formaggi nel 2015 è stato di 494.000 tonnellate, che corrispondono a 1.803 milioni di euro. L’import di Burro annuale

Pubblicato in Export, Import, Irlanda, UE, UK

La strategia del Regno Unito per favorire l’export

Dairy UK, l’associazione di filiera che comprende produttori latte, cooperative ed industrie del Regno Unito e  rappresenta l’85% del latte nazionale, ha pubblicato una nuova strategia  per l’export, con lo scopo di fornire alle imprese la possibilità di sfruttare le

Pubblicato in Export, Strategie di Impresa, UK

La strategia di Arla per il 2020

Arla Foods associa 12.700 produttori fra Danimarca, Svezia, UK, Germania, Belgio, Lussemburgo ed Olanda. Ha raggiunto un picco di 14 milioni di tonnellate di latte raccolto e più ancora prevede di raccoglierne nel prossimo quinquennio. Di conseguenza, la grande coop

Taggato con: ,
Pubblicato in Africa, Burro, Cina, Danimarca, Formaggio, Germania, Ingredienti, Innovazione, Mozzarella, Sostenibilità, Strategie di Impresa, UK, Yogurt

F.O.P Labelling: tutto chiaro per il consumatore?

La preoccupazione di meglio informare i consumatori sulle proprietà dell’alimento acquistato, porta il legislatore ad introdurre sempre nuove modalità di etichettatura che balzino subito all’occhio di chi deve fare la scelta d’acquisto. Diventa particolarmente importante dunque l’etichettatura riportata sul frontespizio

Pubblicato in Consumatore, Nuova Zelanda, UK

L’Australia guarda con ottimismo al mercato

Gli ultimi dati sull’export mostrano come le aziende australiane riescano a resistere alla tempesta che ha provocato il crollo dei prezzi del latte, pur se ad un aumento delle quantità esportate ha corrisposto un calo del valore totale. Secondo Dairy

Pubblicato in Australia, Export, UK, Volatilità

Dite “Cheese”

Bath è una città inglese del Somerset, famoso centro termale di epoca romana. In questi giorni la sua notorietà si è accresciuta grazie ad un formaggio, il Bath blue, una pasta erborinata che ha vinto a Londra il campionato mondiale

Taggato con:
Pubblicato in Formaggio, UK